Alla scoperta del gargano

Incastonato nello sperone dello Stivale, il Parco nazionale del Gargano è una trapunta verde che si stende per 120mila ettari sul territorio pugliese, tra foreste millenarie e resti archeologici, fino a sfumare nel turchese dell’Adriatico.

Dalla splendida costa con le spiagge di Mattinata, Vieste, Peschici ai luoghi della fede di San Giovanni Rotondo e Monte Sant’Angelo, il Gargano è un territorio meraviglioso, dove il verde domina la roccia che porta al mare cristallino e dove sono ricche le suggestioni spirituali, culturali e aritistiche. Siamo nel nord della Puglia, per un tuffo nelle bellezze di un promontorio da scoprire passeggiando, facendo trekking, percorrendo la Foresta Umbra a cavallo o in mountain bike. Un Gargano da amare e da vivere in tutte le sue sfaccettature.
Questa terra è nota e apprezzata soprattutto per le sue spiagge, ma ha molto da offrire in tutte le stagioni: è un luogo ideale anche per lunghe passeggiate tra i boschi ed escursioni itinerari in sella alla mountain bike, alla scoperta di luoghi incantati dove la storia incontra una natura millenaria.
IL BOSCO QUARTO
E’ lasciando l’automobile a casa o presso la struttura ricettiva dove si è ospitati, che si può scoprire la bellezza straordinaria del Promontorio. Un percorso da fare passeggiando, o andando a cavallo o in bici, è sicuramente quello del Bosco Quarto, nel territorio di Monte Sant’Angelo, tra la piana di Monte Calvo e Monte Spigno. Si tratta di un’immensa cerreta con una superficie di circa ottomila ettari, caratterizzata da una serie di strade bianche, grazie alle quali è possibile fare lunghe passeggiate godendo dell’ombra e del fresco garantiti dalle fronde dei grandi cerri. Lungo il percorso ci si imbatte in esemplari di cerro e di carpino bianco secolari ed è proprio in queste zone, che è possibile rilassarsi ed ascoltare i versi dell’allocco, del picchio e del tordo.

La Grande Traversata Garganica (GTG)

A piedi, in bici o in sella al cavallo: i 200 km della Grande Traversata Garganica si prestano al mezzo che preferite. Lungo vecchie mulattiere, sentieri nel bosco, strade locali che lambiscono la costa, questo itinerario ad anello che parte da Cagnano offre una panoramica completa dei vari habitat del promontorio. La traversata, terminata fra il 2007 e il 2009, è facile da percorrere anche solo in parte, seguendo le indicazioni dei segnavia bianchi e rossi.

LE AREE CARSICHE
Un’altra avventura tutta da vivere è quella nelle aree carsiche. Infatti il Gargano è un promontorio costituito da rocce calcaree, testimoni di una storia geologica che ai giorni d’oggi ci regala delle manifestazioni carsiche di tutto rilievo, come doline, grotte, ipogei e cutini.

In bici
Biker, ce n’è anche per voi: il parco è perfetto da esplorare anche in sella. I 105 km di piste (78 non asfaltati) che si snodano nella riserva offrono un’ampia varietà di itinerari di diversi livelli di difficoltà, indicati per la mountain bike. A questi si uniscono gli itinerari ciclo-turistici, 350 km di strade a scorrimento lento che integrano la rete viabilistica al alcuni tratti dei sentieri del parco.
Segnaliamo per i ciclisti più esperti il percorso 10: un anello di 122 km (45 in salita) che parte da Mattinata e si addentra nel cuore del parco, per poi ritornare sulla costa passando da Vieste, Pugnochiuso e Grotta Smeralda.
L’itinerario 13 (70 km) è perfetto per godere un piacevole tour immersi nella natura fra le lagune che separano Varano e Lesina dal mare, fino a penetrare poi nell’entroterra rigoglioso, costeggiando il lago di Varano. L’ottimo fondo stradale e il dislivello trascurabile rendono il tragitto adatto a tutti i tipi di ciclisti

IL MONTE SPIGNO
Un’area dove poter passeggiare è anche quella del Monte Spigno che, con i suoi poco più di 1000 metri, è la terza cima più alta del Gargano e si trova nel territorio del comune di Monte Sant’Angelo. La parte più alta del monte è interessata da fenomeni carsici superficiali con numerose doline. La ricca flora di questa zona è la caratteristica principale: le faggete, le leccete, le cerrete e le praterie ci fanno compagnia nella gita in mountain bike, in bici o in una bella passeggiata. Durante la visita si potranno ammirare anche le numerose specie di picchi presenti in zona e altri volatili.
 LAGHI COSTIERI
I due laghi costieri di Varano e di Lesina si trovano nella zona settentrionale litoranea, bassa e sabbiosa. Il Lago di Varano è il lago più esteso dell’Italia meridionale, famoso per la ricchezza di specie ittiche delle acque. Il lago salato di Lesina dalla forma allungata, è noto soprattutto per la pesca alle anguille, notevole fonte di reddito per il comune.
Tra i due laghi spicca Monte d’Elio, sito archeologico, dove sorgeva l’antica città di Devia. Da qui il panorama sui laghi, il mare e le Isole Tremiti è mozzafiato.
Gioiello raro custodito in Puglia, il Parco del Gargano è il punto di incontro perfetto fra terra e mare, boschi millenari e acque cristalline. Che siate amanti del trekking o della mountain bike, o semplici turisti in cerca di relax immersi nella natura, il parco non vi lascerà il tempo di annoiarvi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *