Asilo nido a torino Isola dei tesori: lo stimolo delle attività motorie

Per gli operatori dell’infanzia dell’Isola dei Tesori, Asilo nido a Torino, gli permetterà, nella crescita, di esibirsi meglio a scuola e nelle sue attività quotidiane.

Per questo, dicono gli esperti, c’è lavorare inizialmente abilità motorie grossolane, quella capacità di eseguire grandi movimenti generali, come scuotere un braccio o sollevare una gamba (in relazione alla posizione e al corpo). Prova a passare un po ‘di tempo a fare esercizi come giocare a trolley, arrampicarti o andare al parco e superare i corrimani, e altri giochi in cui la forza degli arti viene messa alla prova. Nell’asilo di prosegue dicendo che dobbiamo motivare i bambini a giocare con la palla, l’arco, fare esercizi di equilibrio e richiedere sempre uno sforzo fisico da parte loro. Allo stesso modo, dovendo manipolare giocattoli, di diverse forme, dimensioni e trame, così come eseguire abilità motorie come arrampicarsi, abbassarsi, afferrare, arrampicarsi, coinvolgendo i loro lunghi muscoli, li aiuterà a coltivare le loro grandi capacità motorie.

Incoraggia i tuoi piccoli: dieci modi per stimolare il tuo bambino

Ora, controllare la testa, stare strisciando e camminare è molto importante nello sviluppo del bambino, ma quando dovrebbero farlo e perché? È essenziale che i genitori conoscano i momenti chiave in cui il bambino dovrebbe vivere questi progressi dal momento che tiene la testa finché non inizia a camminare, perché questo fa parte di una sequenza ed evoluzione naturale, poiché Stabilito e di solito inizia nella testa, continua attraverso il collo, le estremità superiori, il tronco e le estremità inferiori.

In tutti i bambini è diverso, ma Baby ABC ti guiderà con un po ‘di generale s che potrebbe essere modificato, a seconda dello sviluppo e dell’incoraggiamento di ogni bambino.

Controllo della testa

Controllare la testa è la prima abilità che il bambino deve raggiungere e la base per i movimenti successivi. Quando nasce, i suoi muscoli sono molto deboli e il controllo cefalico è ancora molto carente. La testa potrebbe sollevarlo intorno al primo mese di vita; Due mesi dopo può sollevarlo, ma se è sdraiato, a faccia in giù, può tenerlo su solo circa quattro mesi.

Nel quarto o quinto mese, se il bambino non tiene la testa, può essere dovuto a un tono muscolare basso del collo e della schiena. Per fare questo, si consiglia di metterlo a faccia in giù, posizionare un oggetto davanti e fare alzare il collo e il sesto mese, e dovrebbe tenere la testa.

Strisciare

  Strisciare, oltre al rafforzamento le gambe, le braccia e fomentare la conoscenza corporale, permette al ragazzo di diventare indipendente. Inoltre, rinforza anche le ossa e i muscoli e gli consente di acquisire familiarità con ciò che trova intorno a lui.

il modello incrociato; cioè, la funzione neurologica che rende possibile lo spostamento corporeo organizzato e l’equilibrio del corpo umano. Ciò implica che il braccio destro è sincronizzato con il piede sinistro e viceversa.

Inoltre, lo porta a coordinare ciascuno dei punti del proprio corpo; rafforza l’approccio visivo; stimola lo sviluppo tattile del palmo; aiuta a sviluppare la “dominazione emisferica”, un processo attraverso il quale le abilità dei bambini aumentano e si sviluppa la coordinazione cervello-occhio.

In generale, i bambini strisciano a otto o nove mesi, ma In alcuni casi, questo processo potrebbe richiedere più tempo e persino aspettare fino all’anno prima di camminare. Inoltre, alcuni bambini iniziano senza strisciare.

Per stimolarli, gli specialisti suggeriscono di mettere il bambino in una posizione capovolta, su una superficie da esplorare, con giocattoli che hanno suoni e colori da spingere e inseguire. Inoltre, dopo il bagno, puoi metterlo in ginocchio con le mani sostenute e in avanti, estendendo le estremità in modo che si muova.

Stare seduti

Se il bambino ha già il controllo della sua testa, Sollevare il mento e girare da un lato all’altro o rotolare, è possibile sedersi. Generalmente lo fanno tra il quinto e l’ottavo mese.

“Si comincia a notare che il bambino ha le mani sulla linea mediana e cerca di sedersi, è in quel momento, in sicurezza, che il bambino può sedersi, con Inizialmente, “lo faranno con l’aiuto di cuscini o supporti e, mentre rafforzano i muscoli che controllano la testa e la testa”, ha detto il pediatra Álvaro Jácome.

tronco, così come lo sviluppo del tuo equilibrio, lo farà meglio e per tempi più lunghi. All’inizio, quando il bambino diventa affaticato o perde l’equilibrio, sarà abbandonato; quindi, deve essere in un luogo sicuro libero da oggetti pericolosi “, aggiunge Guillermo Sánchez, specialista in ortopedia pediatrica e traumatologia.

Quindi, il bambino perfezionerà il movimento fino a che non potrà sedersi in modo sicuro. Va notato che la stimolazione fisica non è sufficiente, ma che il bambino ha bisogno di una maturazione neurologica, del sistema nervoso centrale e di una buona alimentazione.

Camminare

La posizione di alzarsi, secondo gli esperti, devi lavorare dopo aver superato la fase di scansione. Si raccomanda, almeno, dopo il nono mese, dice il dottor Luis Eduardo Rueda Fonseca, capo dell’Ortopedica presso l’Istituto Roosevelt di ortopedia infantile.

E anche se sembra I bambini che vogliono smettere, da sei mesi, sono una riflessione in cui i bambini tendono a sgranchirsi le ginocchia e allungare le gambe. “Non lo fanno per loro volontà, ma come un riflesso”, chiarisce l’ortopedico. Tuttavia, non è consigliabile stimolare la posizione eretta da quell’età, perché lo scheletro è molto acerbo. “

È naturale che si alzino indipendentemente e inizi a muovere i primi passi e, sebbene non si può dire che esiste un’età esatta in cui iniziano a camminare, di solito è a nove mesi, ma ci sono bambini che addirittura lo fanno da 9 mesi fino a dopo l’anno. Il limite di età per consultare in tal caso, sarebbe 18 mesi (anno e mezzo).

Per questo, è ideale per comprare scarpe con la suola dura per camminare comodamente. “Precedentemente pensato che si potrebbe cambiare la forma dei piedi ai bambini con le scarpe (ortopediche) o “senza torsioni”, e oggigiorno si sa che questo non è vero “, spiega l’ortopedico Luis Eduardo Rueda.

E infine , è necessario offrire al bambino uno spazio in cui poter esplorare in modo ampio e naturale, dove possa apprendere senza condizioni e dove siano forniti tutti gli strumenti, come il gioco e l’interazione con i suoi genitori, in modo che abbia un’evoluzione e una apprendimento naturale

Esempi di un buon sviluppo delle grandi capacità motorie

• Impara a pedalare sul triciclo o su una bicicletta con ruote laterali.

• Impara a radunare.

• Salta bene con il piedi allo stesso tempo (come un coniglio)

• Cammina senza difficoltà, all’indietro o su una linea retta.