Conferenza Open sui problemi della vita di coppia

Tutti i matrimoni e le coppie hanno i loro alti e bassi. A volte i problemi della coppia sono risolti praticamente da soli, a volte risolvono il problema parlando tra loro. In altri momenti, purtroppo, si ha bisogno di una terza persona per aiutarli a uscire dal pantano.

In calendario per il mese di dicembre nella sala consiliare del Comune una conferenza dedicata ai problemi di coppia, interverranno numerosi psicologi e psicoterapeuti conosciuti a livello nazionale.

Molti dei problemi che sorgono in un matrimonio hanno la stessa origine: la mancanza di comunicazione tra i coniugi. La causa dei problemi può essere molto varia: uno dei due può essere insoddisfatto delle loro relazioni sessuali, c’ è la possibilità che i problemi possano derivare dalla difficoltà di educare i figli o che il matrimonio non sia quello che si aspettavano e possano essere delusi.

In ogni caso, gran parte della frustrazione vissuta dalla coppia avrebbe potuto essere evitata se entrambi avessero affrontato il problema al momento della sua comparsa. Nella maggior parte dei casi, tuttavia, i problemi iniziali non vengono affrontati. Entrambi pensano che il tempo li risolverà. Il tempo passa, la coppia non ne parla e il problema diventa sempre più grande.

Mancanza di comunicazione.

In alcune coppie non c’ è praticamente comunicazione nemmeno dall’ inizio della loro relazione. Altri trovano sempre più difficile comunicare. Possono arrivare al punto in cui non possono nemmeno parlare di ciò che li preoccupa. Molte giovani coppie non vogliono menzionare il problema perché stanno cercando di realizzare un ideale romantico del matrimonio. Pensano che se si parla di un problema, la vostra idealizzazione del matrimonio sarà distrutta.

I fatti della vita quotidiana, la convivenza quotidiana, il vedere l’ altra persona stanca e depressa possono riportare una coppia violentemente alla realtà. Può diventare molto difficile da affrontare con il rapporto coniugale quotidiano.

Se i coniugi non parlano tra loro fin dall’ inizio delle loro relazioni, con il passare del tempo, sarà molto più difficile rompere il ghiaccio. Spesso i coniugi temono che se esprimono apertamente la loro insoddisfazione, il matrimonio subirà un danno irreparabile.

Tuttavia, se si parla dei problemi, è quando c’ è la più grande possibilità di cambiamento. Il dialogo fa sì che le loro relazioni si sviluppino fruttuosamente. Risolvere un problema aiuterà entrambi i coniugi a comprendere le nuove sfaccettature l’ uno dell’ altro. Può anche fornire una base più solida per le vostre relazioni.

A volte è impossibile per una coppia rompere il ghiaccio da sola. In questi casi hanno bisogno dell’ aiuto di una terza persona. Uno psicologo o un consulente di matrimonio può aiutarvi ad esaminare il vostro problema.

Lo psicologo/psicoterapeuta.

Le considerazioni della Dottoressa Luigina Pugno

A volte sono entrambi i coniugi che si rivolgono allo psicologo. Ad altri sono presenti solo uno di loro. Gli psicologi di solito non insistono sul fatto che entrambi vadano a sedute terapeutiche. E’ molto importante apparire lì calmo e rilassato. Se un coniuge si sente a disagio in presenza dell’ altro coniuge o semplicemente non vuole che si sappia che ha cercato aiuto specializzato, è meglio andare da solo, almeno in un primo momento. In una fase successiva, lo psicologo può suggerire che anche l’ altro coniuge venga.

Visitare uno psicologo di propria iniziativa può aiutare molte persone a parlare più apertamente con il proprio partner quando tornano a casa. Qualsiasi cambiamento di uno dei coniugi inciderà sul rapporto tra i due coniugi. Questo può riportare un certo equilibrio al matrimonio o alla coppia. In altre occasioni, sarà evidente che la separazione è la migliore soluzione possibile.

Molti pensano che affrontare sia solo un segno di coraggio. Di conseguenza, pensano che chiedere l’ aiuto di uno psicologo denota la debolezza. Spesso la verità è esattamente il contrario. Ci vuole molto coraggio per ammettere che avete bisogno dell’ aiuto di uno specialista.

Uno psicologo o terapeuta raccomanderà che entrambi i coniugi parlano tra loro, in particolare su ciò che vogliono mantenere o eliminare dalle loro relazioni. Parlare di problemi con i partner non li risolve del tutto. E’ essenziale che ogni coniuge ascolti ciò che l’ altro ha da dire. Ricordiamoci che non è la stessa cosa ascoltare come ascoltare. Il reclamo più comune presentato da un coniuge è:”lui (o lei) non mi ascolta mai.

DOTT.SSA PUGNO LUIGINA Via Biella 48 – 10152 Torino (TO)

Sito web http://www.psicoterapiasessuologiatorino.it

Via Giaglione 7 – 10126 Torino (TO)