Piero della Francesca e le sue opere

Descrizione:

L’itinerario che ripercorre le opere di Piero della Francesca si snoda tra la città di Arezzo e la Valtiberina, toccando le città di Sansepolcro, città natale dell’artista, e Monterchi, dove sua madre, “Monna Romana”, è nato.

Nella città di Arezzo la visita può iniziare nella Basilica di San Francesco, una chiesa gotica la cui costruzione risale al XIV secolo. Nel coro è il ciclo di affreschi della Leggenda della Vera Croce, il capolavoro che l’artista eseguito qui tra il 1452 e il 1466.

Dopo la visita alla Basilica, si procede verso la Cattedrale, un edificio gotico costruito tra la fine del XIII e la metà del XVI secolo.

Alla fine della navata nord, quasi nascosto dalla grande scultura del cenotafio del Vescovo Guido Tarlati trecentesca, possiamo vedere l’affresco di Maria Maddalena (c. 1460)

Lasciando Arezzo, il nostro viaggio prosegue verso la Valtiberina, con la prima tappa a Monterchi. (Da Arezzo prendere la statale n ° 73 fino al villaggio di Le Ville,. Da qui il bivio a destra della giunzione porta a Monterchi). Per questa piccola città, situato su una collina al confine tra Umbria, Piero della Francesca eseguito lo straordinario affresco della Madonna del Parto, probabilmente prima 1465. Dopo varie vicissitudini, nel 1991, l’affresco è stato staccato dalla parete della piccola cappella adiacente al cimitero di Monterchi, e trasferito in un edificio appartenente al comune nel centro storico della città.

Il viaggio si conclude a Sansepolcro, città natale dell’artista, dove il Museo Civico ospita quattro opere di Piero della Francesca.

Visualizzato nella prima sala dedicata all’artista è il Polittico della Misericordia, un dipinto su tavola commissionato a Piero dalla Compagnia della Misericordia per la loro chiesa nel 1445.

Mostrato nella seconda sala dedicata al figlio più famoso della città sono i due affreschi più piccole di St Louis e St. Julian, e sulla parete centrale, il grande affresco della Resurrezione. Considerato da molti critici come il lavoro più enigmatico e misterioso di Piero, è l’espressione spirituale e naturale della rinascita di Cristo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *