Rischio di diabete per i bambini nati in inverno

 

DIABETE RISCHI PER NASCITA IN INVERNO

 Inter-DEST-HOME-2

 ico_foto

Uno studio rivela che le infezioni virali durante la gravidanza attivano questa condizione.

Ricerche recenti indicano che i bambini nati in autunno o in inverno hanno maggiori probabilità di sviluppare il diabete, a causa di infezioni virali contratte dalle donne che partoriscono in quei periodi.

Per molti anni, scienziati e medici hanno cercato di determinare le cause della malattia. Venti somme di denaro sono state investite in questi sforzi, ma è stata trovata una risposta e la malattia rimane incurabile.

Questo studio condotto da ricercatori dell’Università di Tel Aviv ha scoperto che il diabete infantile ha origine nel periodo fetale, dovuto all’esposizione della madre a virus stazionari. Il bambino nato in autunno o in inverno è più a rischio di sviluppare la malattia. Il team guidato da Zvi Laron, professore emerito di Endocrinologia Pediatrica presso la Scuola di Medicina Sackler dell’Università di Tel Aviv, ha lavorato in collaborazione con il Dr. Lester Shulman, direttore del Laboratorio di Virologia Ambientale presso il Ministero della Salute. I risultati della ricerca sono stati pubblicati sul Journal of Diabetic Medicine.

Come parte dello studio, sono stati raccolti campioni di sangue da 107 donne in gravidanza e le loro corde ombelicali. L’obiettivo dei ricercatori è di testare ulteriormente 900 donne.

“Sapevamo che il diabete di tipo 1 era associato ad altre malattie autoimmuni come tiroidite di Hashimoto, celiachia e sclerosi multipla, quindi abbiamo studiato le stagioni climatiche dei mesi

“Abbiamo scoperto che la stagione di nascita dei bambini che hanno sviluppato queste malattie differivano da quelle degli altri, e in studi successivi abbiamo trovato prove che le infezioni virali di La madre durante la gravidanza ha provocato danni al pancreas materno e / o al feto, evidenziati da anticorpi specifici, compresi quelli che avevano colpito le cellule pancreatiche che producono insulina “, aggiunge il medico.