Segreti per un campeggio perfetto

Vuoi una vacanza stando a diretto contatto con la natura? Il campeggio è una soluzione valida. Per chi sceglie una vacanza in campeggio deve avere almeno qualche requisito: capacità di adattarsi, la conoscenza del mondo dei camping, delle tende e di tutta l’attrezzatura necessaria.

tent on green grassland

Il campeggio però, non è un posto accessibile a tutti: bisogna avere la capacità di adattarsi. Vi consigliamo in che modo scegliere un camping e avere tutto l’occorrente per trascorrere una vacanza serena anche senza i comfort ai quali siamo abituati.

Quando parliamo di campeggio , la prima cosa che ci viene in mente, di solito, è una tenda piazzata su una spiaggia o su un prato verde. Avete capito bene… La tenda!

Per la scelta della tenda da campeggio bisogna valutare il tipo di campeggio che si vuole praticare e il modo in cui si desidera vivere questa esperienza. Non dimentichiamo che comunque la tenda non è in grado di fornire tutte le comodità alle quali si è abituati in casa o in hotel. La scelta dovrà cadere tra tenda canadese tenda igloo, ecco le differenze e le cose da valutare per scegliere bene.

  • Tenda canadese: All’interno di una tenda canadese è possibile stare in piedi, questo è un punto a suo favore perché agevola nell’operazione di cambiarsi e allevia il leggero senso di oppressione che si può percepire nelle tende più basse. Per la sua forma spiovente particolare, durante un improvviso acquazzone estivo lascia facilmente scorrere l’acqua verso il basso. L’unico problema: è il modello di tenda più difficile da montare e quello meno stabile.
  • Tenda igloo: La tenda ad igloo è molto compatta e più stabile. Molte hanno una struttura di sostegno in grado di sostenerla anche su terreni molto duri, dove è praticamente impossibile piantare i picchetti. Sconsigliata a chi soffre di mal di schiena: al suo interno si può stare solo sdraiati o accucciati. Importanti sono anche le dimensioni e il peso: per una vacanza itinerante è meglio scegliere una tenda leggera e piccola, facilmente smontabile e facile da portarsi dietro.

Dopo la scelta del luogo e l’acquisto della tenda, passiamo al passo successivo.  Facciamo una lista dettagliata degli oggetti utili e indispensabili da portare in vacanza: Portate il minimo indispensabile.  Oltre ai nostri effetti personali è consigliato avere: materassi gonfiabili, sacchi a pelo, tavolo con sedie, contenitori per alimenti con coperchio, bacinelle per lavare i piatti, stoviglie, tutto necessario per il bagno e, ovviamente non dimentichiamo l’importantissimo telo cerato da mettere sotto alla tenda per isolare dal suolo e l’immancabile repellente per gli insetti. 

Se il camping non è fornito di attrezzature e aree barbecue, portate con vuoi un Fornello a gas: non sempre vi capiterà di voler mangiare fuori, magari cucinare in campeggio potrebbe rivelarsi divertente. Non serve portarsi dietro tutta la batteria di pentole: basterà una per la pasta, una padella e un pentolino per il latte.

Lanterna a gas o a batterie: non tutti i campeggi offrono il servizio luce e una torcia vi servirà se decidete di rimanere alla tenda durante la sera.

Corde: comode per creare fili dove poter stendere i panni ad asciugare. Non rinunciatevi solo perché avete deciso di non fare il bucato possono tornare sempre utili per appenderci qualsiasi cosa.

SPIRITO DI ADATTAMENTO!

Bisogna sapersi adattare ad ogni tipo di avversità. La convivenza forzata con i vicini potrebbe non essere tollerata da chi desidera la privacy, trovarsi in bagno con estranei potrebbe non essere una esperienza positiva per molti. Per questo c’è bisogno di essere molto aperti alle novità, socievoli e tolleranti per poter campeggiare con soddisfazione.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *