Segreti per viaggiare con i figli… ma senza stress!

Organizzare una vacanza è difficile se si è soli. Se poi ad andare in vacanza è una famiglia con bebè e bambini, la vacanza troppo spesso diventa solo fonte di stress.

Abbiamo stilato per voi una lista di consigli e segreti per viaggiare con i figli.. ma senza stress! Continua a leggere l’articolo e scopri tutti i segreti.

Viaggiare con la propria famiglia è una delle esperienze più emozionanti che si possano fare nella vita. Tuttavia, viaggiare con i bambini al seguito, specie se molto piccoli, può alle volte diventare una vera impresa tanto che sono molte in Italia le coppie che decidono di privarsi della vacanze e delle gite fuori porta, anche se di una sola giornata, a causa della loro difficoltà nel gestire  i piccoli turisti a bordo di aerei, treni ed anche auto.
Nulla di più sbagliato! la serenità di una coppia e della famiglia dipende proprio dalla qualità e dalle esperienze che si fanno insieme.

I benefici vanno ben oltre: i bambini viaggiatori scoprono diversi paesaggi, ascoltano suoni e lingue diverse, si immergono in culture estranee e, in questo modo, imparano a riconoscere il diverso e a scoprire il mondo che esiste al di fuori delle note mura domestiche. Il viaggio unisce quindi la famiglia, facendole vivere esperienze positive e negative insieme.

Proprio per questo, abbiamo deciso di svelarvi quelli che sono tutti i segreti per una vacanza in famiglia all’insegna del relax.

  1. Preferire location adatte ai bambini. Al mare meglio una spiaggia con la sabbia, piuttosto che scogli e sassi. In montagna, al lago, in campagna, è bene preferire luoghi di villeggiatura poco affollati, dove l’inquinamento è ridotto e sono presenti servizi ad hoc per i piccoli viaggiatori.
  2. Prenota i posti in anticipo e assicurati di acquistare i posti vicino a tutti i componenti della famiglia: per farlo bisogna prenotare con largo anticipo.
  3. Evitare destinazioni troppo lontane. Sono piccoli e hanno una vita intera davanti per viaggiare e scoprire gli angoli più sorprendenti del pianeta: c’è tempo per caricarli su un aereo. Per i bimbi i viaggi lunghi, in macchina o sulle navi, sono molto stressanti e così anche per mamma e papà. Più la meta è vicina più il tragitto sarà rilassante invece che fonte di nervosismo e stanchezza.
  4. Fai bere i tuoi piccoli al momento del decollo e dell’atterraggio: I bambini avvertono facilmente i cambi di pressione e non sono capaci di stapparsi le orecchie da soli. Bere, e quindi deglutire, gli permetterà di farlo inconsapevolmente e gli risparmierà il fastidio provocato dal cambio di pressione.
  5. Prevenire il mal d’auto. Bastano poche accortezze, come fissare molto bene i seggiolini, in modo che non si muovano, e lasciare appena aperto il finestrino, evitare di farli mangiare prima di mettersi in viaggio, cercare di distrarli giocando o parlando e fare molte soste.
  6. Se invece affronterete un lungo viaggio in treno, scegliete posti quanto più possibile vicino al finestrino: questo li aiuterà a distrarsi guardando il panorama e i paesaggi offerti dalla natura.
  7.  Se possibile, meglio viaggiare in compagnia di un ‘aiutante’. L’importante è che si tratti di una persona conosciuta, con cui sia piacevole trascorrere del tempo del tempo e che sia gradita ai bambini. Sarà un sostegno non indifferente e alleggerirà il carico di lavoro per occuparsi dei piccoli.
  8. Se puoi, evita di portarti appresso il passeggino e preferisci invece il marsupio per i bimbi piccoli: eviterai moltissimi intoppi come scale, buche, ecc. ecc.;  se ciò non è possibile e il passeggino è proprio indispensabile, portane con te uno leggero, richiudibile e poco ingombrante.
  9.  Non dare peso agli imprevisti. Può essere che qualcosa non vada come stabilito: con i bambini è praticamente impossibile fare programmi e poi mantenerli. Meglio dunque prendere le cose come vengono, senza agitarsi inutilmente e, soprattutto, senza litigare addossandosi vicendevolmente le responsabilità; men che meno davanti ai figli.
  10. Cerca di far coincidere il viaggio con le ore di sonno dei tuoi bambini: farlo vi aiuterà a prevenire capricci fonte di stress per i genitori, assicurando un viaggio più sereno a tutta la famiglia.

“Le vacanze con i bambini – conclude Cenci – sono qualcosa di unico e speciale. Non dobbiamo permettere a niente e a nessuno di rovinarle. Il tempo scorre veloce e quando i figli saranno grandi, ogni momento trascorso insieme sarà un ricordo indelebile, nella mente e nel cuore. E se si dimentica a casa qualcosa, poco male: basta ricomprarlo”.