Sicurezza dei bambini e normative: Cosa dobbiamo sapere?

La sicurezza dei bambini è una delle questioni che più preoccupano i genitori, ma allo stesso tempo è una delle più sconosciute… E con le nuove normative sulla sicurezza le cose cambieranno, anche se non in fretta come vorremmo.

ALCUNI DATI PER INIZIARE

Gli incidenti stradali sono una delle principali cause di morte tra i bambini di età inferiore ai 14 anni. L’ uso di ISR (sistemi di ritenuta per bambini) riduce la probabilità di lesioni del 90% e il tasso di mortalità fino al 75%.

La sproporzione tra la testa del bambino e il resto del corpo è molto grande. La testa rappresenta il 25% del volume corporeo totale che, insieme all’ immaturità e alla mancanza di sviluppo dei muscoli del collo, ne fanno un punto molto vulnerabile in incidenti se si viaggia AFM (facilitando il camminare) e si verifica un incidente frontale.

Un incidente su tre è un incidente frontale

REGOLAMENTI IN VIGORE

Attualmente esistono due regolamenti stradali applicabili ai RIS:

R-44: Questo è lo standard che esiste dal 1982. E’ stato rivisto tre volte, ma è chiaro che nel corso degli anni è stato necessario un nuovo regolamento.
R-129: È entrato in vigore nel 2013, anche se la sua attuazione sarà graduale e richiederà alcuni anni per diventare pienamente efficace.

Come si può vedere, il nuovo regolamento prevede una classificazione in base all’ altezza, quindi l’ attuale classificazione per gruppo (0.0+, 1.2,3) non esiste più per esprimere in centimetri la dimensione per la quale la sedia è raccomandata. Ogni produttore dovrà indicare le dimensioni, quindi ci saranno dimensioni diverse a seconda dei diversi produttori.

Esso estende inoltre l’ uso obbligatorio delle sedie ACM fino a 15 mesi (con quello attuale, è fino a 9 kg, che è di circa 9-10 mesi) e raccomanda che rimangano tali fino a 4 anni.

L’ uso di isofix diventerà obbligatorio, non perché è più sicuro, ma perché evita errori nel fissare i sedili con la cintura di sicurezza (poco ancorata, potenzialmente pericolosa in caso di incidente)

Il nuovo regolamento prevede la compatibilità universale, in quanto anche i costruttori di automobili dovranno conformarsi allo standard e unirsi per essere compatibili con tutte le sedie i-Size. Anche se può sembrare falso, al momento non tutti gli IRS sono compatibili con tutte le autovetture ed è importante verificare la compatibilità sul sito web del costruttore.

Il tipo di bambole Dummies che vengono utilizzati nel Crash Test sono stati anche scambiati con quelli che includono più sensori e side car test sono stati aggiunti ai test. Indipendentemente, molte marche saranno in grado di eseguire altri test di sicurezza per migliorare i loro sedili e renderli più sicuri, fornendo elementi di sicurezza, come ad esempio le protezioni laterali antiurto che Cybex incorpora nelle loro sedie.

LE LEGGI STRADALI

Dal luglio 2015 è stato applicato anche l’ RD 667/2015, che si riferisce alla collocazione dei RIS nelle diverse sedi.

Secondo la regola generale, i minori di altezza inferiore a 135 cm devono essere tenuti a indossare gli ISR sui sedili posteriori, ad eccezione dei seguenti casi:

Veicoli a due posti
Quando tutti i sedili posteriori sono occupati da altri IRS
Quando non è possibile installare un SRI nei sedili posteriori a causa di una cintura con soli 2 punti di ancoraggio.

Nei sedili anteriori, se SRI viene utilizzato nella retromarcia, l’ airbag deve essere disattivato e, se ciò non è possibile, il sedile non deve essere installato. Per i bambini che viaggiano con AFM non è necessario disattivare l’ airbag, ma evitare la distanza massima dal cruscotto.

Il mancato rispetto di questa legge è considerato una grave violazione, e quindi comporta una multa di 200€ e il ritiro di 3 punti dalla carta per ogni bambino che non rispetta.

QUANDO ENTRERÀ IN VIGORE R-129?

Il regolamento è entrato in vigore nel 2013, ma sarà solo il prossimo anno che l’ R-129 diventerà il regolamento obbligatorio per i costruttori di automobili…

L’ attuazione, come dicevo, sarà molto progressiva, quindi ci vorranno anni perché questo nuovo regolamento diventi davvero vincolante per gli utenti.

Per ora, essi sono definiti solo per quello che sono nelle sedie che stanno per sostituire i gruppi per il più piccolo (fino a 105 cm) quindi, dovremo aspettare e vedere cosa succede… che a questo ritmo, forse c’ è un’ altra regola prima e tutto.

RIASSUMENDO

Per ora, quello che ci interessa è che le sedie più sicure sono le sedie ACM e se si deve acquistare un passeggino  sedia, meglio investire in loro…. www.miobimbo.it Ma se avete già un altro bambino e userete quello vecchio, purché non abbia subito alcun incidente e non sia scaduto (sì, le sedie scadono!!!!!), può essere usato perfettamente (ciò che non è consigliato è comprarli in seconda mano o utilizzare quelli presi in prestito dal prossimo, perché non abbiamo garanzie dell’ uso che ha avuto).

Non dobbiamo impazzire sul regolamento, perché in fin dei conti sono le aziende manifatturiere ad essere maggiormente interessate, che nel 2018 dovranno adattarsi al nuovo regolamento, ma per il momento non influiranno sui venditori e sugli utenti.